Attività parascolastiche ed extra

Esse assumono un'importanza rilevante se inserite nel progetto culturale scolastico senza il carattere di episodicità e di improvvisazione. Il Piano di attività necessita di una chiara definizione delle motivazioni e finalità, dei tempi di svolgimento (durata e periodo) e dell'organizzazione.

Le attività parascolastiche ed extrascolastiche sono inserite nel quadro generale ed organico della programmazione didattico-educativa in quanto integrano i percorsi curriculari con l'approfondimento di specifiche tematiche ed offrono agli studenti la possibilità d'incontro e confronto esterno delle esperienze culturali vissute.

Le attività, da svolgere in un arco di tempo complessivo non superiore alle tre settimane, riguardano:

Scambi culturali con alunni di scuole europee
Visite e viaggi di istruzione in Italia e all'estero
Visite guidate ad aziende, istituzioni, strutture, manifestazioni
Seminari tenuti da esperti per l'orientamento universitario e l'orientamento al lavoro
Realizzazione di prodotti didattici
Gare e manifestazioni sportive
Gare professionali
Partecipazione ad iniziative di carattere educativo in cooperazione con altre scuole
Interventi specifici: salute, prevenzione e igiene, educazione stradale, ecc.
Spettacoli teatrali e cinematografici

Visite e Viaggi di Istruzione
Rappresentano a tutti gli effetti momenti di lavoro scolastico integrativo, per cui ne è attuata una attenta programmazione ed oculata gestione da parte dei consigli di classe, come previsto dallo specifico Regolamento.
Nel formulare le proposte si dovrà porre particolare attenzione a ciò che concerne:
le finalità didattiche ed educative dei viaggi
lo scaglionamento dei viaggi in un arco temporale abbastanza ampio
la scelta delle mete e le loro motivazioni
la scelta degli accompagnatori
i criteri per i viaggi all'estero

L'organizzazione delle visite di più giorni, compreso il versamento di parte delle quote di partecipazione, deve essere definita entro il 30 novembre di ogni anno.
Tutte le attività sopra elencate hanno anche la finalità di creare un clima relazionale all'interno della scuola che valorizzi la sfera affettiva dell'alunno in funzione della motivazione allo studio la cui mancanza è una delle principali cause della dispersione scolastica.